Venerdì, 22 Gennaio 2016 12:04

Fideiussione legge 107: i pro e i contro di uno degli istituti più diffusi nella prassi

Scritto da 

In un mercato, qual è quello in cui ci troviamo a vivere attualmente, caratterizzato da una profonda crisi generalizzata, le fideiussioni legge 107 rappresentano la migliore copertura che si possa ottenere in campo finanziario.
Ma non sempre rivolgersi ad un intermediario specializzato nel settore garantisce piena tutela delle proprie pretese e dei propri diritti e molti consumatori si trovano a sperimentare parecchi disagi.
Onde evitare che tanto possa accadere ed aggirare a monte ogni possibile disfunzione di tale istituto, è bene conoscere tutti i possibili svantaggi derivanti non tanto dalla fideiussione legge 107, quanto dal cattivo servizio reso, in materia, da alcuni intermediari finanziari.

 

Attenzione alle truffe: verifica l'iscrizione dell'intermediario nell'elenco speciale

La fideiussione legge 107 necessita, per il suo corretto operare, dell'intervento attivo degli intermediari finanziari. L'aspetto svantaggioso di questa condizione, concepita in vero a tutela dei consumatori, è quella di potersi trovare dinanzi intermediari che non sono in verità reali professionisti.
Il pericolo è però semplice da aggirare: è sufficiente verificare l'iscrizione di colui che si qualifica quale intermediario all'elenco speciale di cui ex art. 107 del T.U.B. Lgs. 385/93 tenuto dalla Banca D'Italia.
Tale iscrizione è subordinata al possesso, da parte dell'ente che eroga fideiussioni legge 107, al reale possesso di determinati requisiti riferibili non solo all'attività svolta, ma anche alla dimensione, nonché, ancora, al rapporto tra indebitamento e patrimonio.
Questo monitoraggio da parte della stessa Banca D'Italia garantisce che i servizi resi da chi offre la fideiussione legge 107 siano davvero professionali e di ampia portata e caratura, in quanto accreditati dal più grande istituto di credito esistente nel nostro paese.

Verifica l'ampiezza della tutela offerta

Nella prassi, purtroppo, non sono pochi gli intermediari finanziari delle fideiussioni legge 107 che hanno offerto servizi limitati sia dal punto di vista soggettivo che oggettivo.
Il pericolo è proprio quello di rivolgersi ad intermediari che non sono in grado di condurre la propria attività verso la soddisfazione di quelle che sono le più comuni esigenze finanziarie, al fine di offrire una copertura finanziaria veramente ampia ed articolata.
Le fideiussioni 107 devono essere pensate a copertura di numerose esigenze, anche molto diversificate, ossia di tutte quelle che solitamente costellano la vita quotidiana di aziende e privati.
Ecco solo alcuni dei servizi generalmente offerti da intermediari finanziari davvero competenti ed esperti. Nel settore degli appalti: fideiussioni per svincolo ritenute di garanzia, nel campo dei contributi statali o regionali: fideiussioni a garanzia del pagamento delle anticipazioni, ma non devono mai, altresì mancare fideiussioni per contratti di locazione, nonché quelle per le permute immobiliari.

Come di vede la fideiussione legge 107 cela, tra le righe di immensi vantaggi, numerosi pericoli che più che essere insiti in questo tipo di tutela finanziaria sono più che altro correlati allo scorretto operare di alcuni intermediari finanziari.
Non resta dunque che stare molto attenti e scoprire quale referente possa rivelarsi più i sintonia con le proprie esigenze.

Letto 1182 volte