Giovedì, 21 Gennaio 2021 11:19

Porte rapide industriali: a cosa servono?

Scritto da 

Le porte rapide industriali ad avvolgimento presentano un sistema di arrotolamento del telo direttamente nel tubo avvolgitore. La caratteristica del telo che non presenta barriere rigide, questo significa che in caso di collisione è autoriparante. Il telo quindi rientra all’interno delle proprie guide a seguito ad esempio di fuoriuscita in caso di crash frontale. Inoltre possono essere equipaggiate di settori visivi in cristallo, con settori trasparenti di grandi dimensioni, per assicurare una grande luminosità. A differenza delle porte flessibili, evitano il contatto fisico e non occupano spazio, il movimento non è a rotazione ma verticale.

I vantaggi delle porte rapide industriali

Oltre ad essere adatte come divisori interni, le porte rapide industriali, garantiscono un adeguato isolamento termico. Rappresentano quindi la soluzione ideale per le chiusure interne ed esterne, per pareti, facciate e divisioni per proteggere ambienti diversi di lavoro. Inoltre si adattano con le più ampie tipologie di magazzini, capannoni, tunnel mobili e altre soluzioni industriali, assicurando una movimentazione in sicurezza e in conformità alle leggi vigenti. Possono anche essere dotate di batterie UPS per il funzionamento come via di fuga anche in caso di mancanza di elettricità. Le porte rapide industriali sono anche autoriparanti, rapide efficienti e sicure.

Durata nel tempo

Le porte rapide industriali sono in grado di garantire qualità ed affidabilità nel tempo, e sono realizzate su misura a seconda della necessità in apertura sia in altezza che in larghezza.

Perchè le porti rapide sono un'esigenza per le industrie?

Le porte rapide sono sempre più un’esigenza per le industrie che devono trovare soluzioni adatte a proteggersi dai furti, dai danni, per mantenere gli ambienti secondo determinate condizioni, ecco perché sono sempre al passo con le esigenze dell’industria.

Sistemi porte rapide industriali

Le porte rapide industriali si avvalgono di due sistemi, uno ad impacchettamento rapido e l’altro ad avvolgimento rapido. Le chiusure ad impacchettamento, rappresentano il sistema rapido più semplice, si compongono da un telo che viene mosso ad impacchettamento con l’ausilio di cinghie ad alta resistenza, non hanno bisogno di alcun intervento di fissaggio a pavimento e sono in grado di garantire funzionalità ed efficienza. Si tratta anche di un sistema economico sia nel prezzo che nel mantenimento operativo, in quanto non necessita di particolari manutenzioni. I sistemi ad avvolgimento rapido sono in grado di garantire dai 0,75 ai 2 m al secondo di velocità. La sicurezza è gestita da inverter che accelerano o rallentano in prossimità dei punti di chiusura ed apertura, a seguito degli ordini ricevuti dalla logica di comando. Il rumore è praticamente nullo, merito delle guide ad alta densità molecolare e a bassissimo attrito. Alcuni modelli prevedono la possibilità di integrare il sistema di apertura con batterie UPS che garantiscono il funzionamento anche in caso di mancanza di corrente elettrica e permettono di utilizzare il varco come uscita di emergenza.

Le porte rapide industriali sono sia interne che esterne?

Si, esattamente, vengono installate secondo le necessità delle industrie, e grazie ai vari modelli ed ai particolari di costruzione, si possono creare chiusure che possono operare in luoghi particolari a basse temperature (fino a – 25°C) o in ambienti pericolosi (zone ATEX).

Letto 49 volte Ultima modifica il Venerdì, 23 Dicembre 2022 16:23