Lunedì, 27 Marzo 2017 10:50

Guardiamo al futuro: la domotica

Scritto da 

Che cos’è? Come va utilizzata?

La domotica è una disciplina che si occupa di studiare tutte quelle tecnologie che sono volte al miglioramento della qualità della vita nelle case delle persone. Questo ed anche la possibilità di avere un notevole incremento per quanto riguarda le prestazioni e le possibilità che gli edifici offrono, grazie all’ottimizzazione dei consumi, all’integrazione di funzioni che servono al controllo, al comfort, alla sicurezza ed al risparmio energetico. Grazie ad un impianto di domotica si può realizzare il coordinamento di tutte queste funzioni.

Quali sono le differenze rispetto ai tradizionali impianti elettrici?

La principale differenza è che ci si trova davanti ad una casa intelligente, in questo ambiente troviamo funzioni ed impianti ben diversi da quelli tradizionali, come il controllo delle luci o delle finestre, delle tapparelle o del contatore, ma anche chiudendo l’acqua ed il gas nel caso ci fosse pericolo. Grazie a questa sinergia si è in grado di aumentare il risparmio energetico e la sicurezza e, contemporaneamente, il comfort.

La domotica è anche semplice ed intuitiva, infatti si è in grado di gestire tutta la casa con un solo telecomando, stando comodamente seduti sul divano.

Quali sono le difficoltà di utilizzo di un impianto domotico? Praticamente nulle, infatti gli impianti domotici sono spesso user-friendly, a dispetto della complessità dei processi, grazie al dispositivo touch di controllo ed ai menu semplificati, utilizzabili quindi con facilità anche da bambini o da persone anziane con limitazioni fisiche.

Quali sono i prezzi di questa tecnologia? Gli apparecchi degli impianti domotici sono sicuramente molto costosi. Però è necessario dire che la facilità di installazione, il numero minore di cavi da posare ed anche il grande numero di funzioni che si possono attivare con poche componenti, per non parlare della riconfigurazione in caso di ampliamento dell’impianto, molto veloce, portano ad una ammortizzazione degli alti costi della tecnologia “nuda”, compensando quelli di installazione tradizionali. Inoltre un impianto domotico può essere realizzato con un numero di funzioni minimo, per poi essere ampliato in un secondo momento in base alle necessità che si sono presentate, evitando di mettere in atto opere murarie.

Qual è il futuro della domotica? Sicuramente questo settore sta crescendo molto nell’ultimo periodo, soprattutto nel settore privato, grazie allo studio continuo di nuove produzioni, all’abbassamento dei prezzi ed al miglioramento delle condizioni della rete e dell’internet delle cose. Tutti fattori che portano sempre di più ad una convergenza tra tecnologia e vita di tutti i giorni.

Letto 394 volte